28. Una scelta di libertà

28. La lotta spirituale comporta certamente una parte «penitenziale» ed ascetica: la rinuncia, il digiuno, il sacrificio vi sono compresi, però non più come esercizi aventi valore in sé e tanto meno mortificanti della propria umanità. Al contrario: lo scopo finale del combattimento è un massimo di libertà personale (il distacco dalla cupidigia schiavizzante dei beni e del potere) e di comunione tra uomini (la condivisione invece dell’egoismo). Chiara dunque la differenza con la penitenza soltanto «negativa»: qui è più che mai il fine che giustifica i mezzi.

Tagged , , , , , , .

Roberto Beretta, giornalista e saggista. Ha scritto una ventina di libri, tutti di argomento religioso, di «destra» (Storia dei preti uccisi dai partigiani , Il lungo autunno, controstoria del Sessantotto cattolico ) e di «sinistra» (Chiesa padrona , Le bugie della Chiesa ). L'ultimo è appena uscito e si intitola La santa puttana. È assessore alla trasparenza e alla sicurezza della sua città, Lissone, per una lista civica. Ha due figli e ancora una gran voglia di dire la sua.