spiritualità

L’ora (mai abbastanza) giusta

L’ora (mai abbastanza) giusta

GIOVANI & PAROLA

Dal silenzio: l’amore che non si ferma

IL SILENZIO

Dal silenzio: il monte, la luce, le tende

IL SILENZIO

8. Bisogna dunque chiedersi quanto del valore che i cristiani oggi attribuiscono alla rinuncia derivi da tale contesto culturale «laico». Privarsi volontariamente di qualcosa, astenersi, fare sacrifici funzionerebbe cioè come per gli atleti: purifica il corpo e rinforza la mente. Grazie al superamento di progressive difficoltà i muscoli si abituano alla fatica, la volontà viene sostenuta dall’esperienza e insomma di fatto si migliorano le prestazioni e si progredisce verso il risultato; ci si avvicina al record. Ma, quand’anche il fine fosse Dio, è davvero questo lo spirito dell’ascesi evangelica?