VERONICHE & CIRENEI

Chi porta la croce oggi e chi aiuta qualcun altro a portarla: storie di Passione dalla nostra quotidianità.

«Il Cireneo ci ricorda pure i tanti volti di persone che ci sono stati vicini nei momenti in cui una croce pesante si è abbattuta su di noi o sulla nostra famiglia. Ci fa pensare a tanti volontari che in molte parti del mondo si dedicano a sostenere e  aiutare chi è nella sofferenza e nel disagio. Ci insegna a lasciarci aiutare con umiltà, se ne abbiamo bisogno, e ad essere cirenei per gli altri».

Danilo e Anna Maria Zanzucchi,
iniziatori di “Famiglie Nuove”

Via Crucis al Colosseo, Venerdì Santo 2012

Zela, che ora vede un po’ di luce

Zela, che ora vede un po’ di luce

VERONICHE & CIRENEI

«Signore Gesù, libera la Tua Chiesa dalle chiacchiere vuote, sgombra il campo da ogni intelligenza piena soltanto di se stessa, dai cuori asserragliati nell’orgoglio della loro minuscola sapienza.
Dona a noi tutti l’immediatezza amorosa della Veronica, il suo cuore che va incontro, che accoglie , che soccorre senza volere nulla in cambio».

Susanna Tamaro
Via Crucis a Trieste
29 marzo 2013

Danilo, seduto sulle rovine della famiglia

Danilo, seduto sulle rovine della famiglia

VERONICHE & CIRENEI

Luisa, Renzo e l’affido familiare

“Signore Gesù, è il tuo volto che noi cerchiamo. La Veronica ci ricorda che tu sei presente in ogni persona che soffre e che avanza sulla sua via del Golgota. Signore, fa’ che ti troviamo nei poveri, i tuoi fratelli piccoli, per asciugare le lacrime di chi piange, prenderci cura di chi soffre e sostenere chi è debole”.

Giovani libanesi sotto la guida 
del Card. Béchara Boutros Raï

Venerdì Santo 2013

Margaretha che non può scendere dal monte

“Simone è ricordato da Marco come il padre di due cristiani conosciuti nella comunità di Roma: Alessandro e Rufo. Un padre che ha di certo impresso nel cuore dei figli la forza della croce di Gesù. Perché la vita, se te la tieni troppo stretta, ammuffisce e si secca. Ma se la offri, fiorisce e si fa spiga di grano, per te e per tutta la comunità!”

Mons. Giancarlo Maria Bregantini, arcivescovo di Campobasso – Boiano

Via Crucis al Colosseo – Venerdì Santo 2014