1. Ma è proprio necessario?

1. «Penitenza» viene da «pena». È questa la prima osservazione – filologica, ma non solo – che deriva dalla domanda se ancora oggi sia necessario fare penitenza: con tutti i problemi che già la vita ci riserva… Giova dunque ricordare che la «penitenza» cristiana è stata fin dalle origini collegata al concetto di pena, ovvero a quello di colpa: fare penitenza non significava cioè infliggersi torture gratuite, bensì scontare la giusta pena connessa a un peccato effettivamente commesso. Non è un caso se il verbo «poenitere» appare soltanto nella tarda latinità medievale, quando si codifica la teologia della confessione.

Tagged , , , .

Roberto Beretta, giornalista e saggista. Ha scritto una ventina di libri, tutti di argomento religioso, di «destra» (Storia dei preti uccisi dai partigiani , Il lungo autunno, controstoria del Sessantotto cattolico ) e di «sinistra» (Chiesa padrona , Le bugie della Chiesa ). L'ultimo è appena uscito e si intitola La santa puttana. È assessore alla trasparenza e alla sicurezza della sua città, Lissone, per una lista civica. Ha due figli e ancora una gran voglia di dire la sua.